In cento con Rizzi alla scuola Sant’Eufemia per scrivere il programma

Oltre cento persone si sono raccolte oggi attorno al candidato sindaco Paolo Rizzi alla scuola Sant’Eufemia di via San Marco a Piacenza per un intenso pomeriggio di lavoro sul programma. Dieci gruppi, dieci aree tematiche, dieci momenti distinti di discussione su come dovrà essere la Piacenza del futuro con l’amministrazione guidata dall’economista e professore della Cattolica che ha deciso di scendere in campo con una lista civica.

A suo sostegno si contano altre due liste, una del Pd e una interamente composta da giovani under 35. Quest’ultima rappresenta una novità assoluta nella storia delle competizioni elettorali di Piacenza e probabilmente di tutto il territorio nazionale ed è stata fortemente voluta dal candidato Rizzi: «L’esigenza – ha spiegato – è quella di avere al mio fianco dei battitori liberi, davvero liberi come solo i giovani sanno essere, che possano esprimersi e dire la loro su tutti i temi cruciali che caratterizzeranno la prossima vita amministrativa della nostra città». Una sorta di alter ego del candidato, dunque, con un’età media attorno ai trent’anni.

L’apertura dei lavori è stata alle 14,30 con la divisione in dieci gruppi di lavoro: ambiente e salute; partecipazione; mobilità ; Piacenza si-cura, solidarietà; cultura, turismo, commercio, tempo libero; comune al servizio dei cittadini; ricerca, università, scuola, educazione; rigenerazione urbana, sviluppo del territorio; sviluppo economico e lavoro; giovani.  L’attività della giornata si è chiusa nell’auditorium con una breve relazione da parte dei dieci responsabili di fronte al candidato e ai vari componenti di tutti i gruppi. Da ora inizia un lavoro sistematico sulle varie aree tematiche – è stato detto a conclusione di giornata, attorno alle 18,30 – che porterà a breve alla stesura di un documento unico.  Le liste verranno presentate ufficialmente nei prossimi giorni in tre momenti distinti, uno per lista.

Lascia un commento