Paolo Rizzi Sindaco di Piacenza

Primo obiettivo della nuova amministrazione: 100 nuovi alberi in città

Oggi è la giornata mondiale della Madre Terra che da oltre quarant’anni ci ricorda come l’equilibrio ecologico sia una priorità assoluta per il pianeta. E anche Piacenza deve fare la sua parte. Così la pensa il candidato sindaco Paolo Rizzi, economista e professore alla Cattolica.

«Vogliamo una città più sostenibile, più sana e più bella da vivere – dice – ed è con questo fine che le politiche del Comune dovranno mettere in atto misure serie per ripulire l’aria innovando la gestione della mobilità; più raccolta differenziata, maggiore efficientamento energetico iniziando dagli edifici pubblici, modelli edilizi più sostenibili per consumi, materiali e tecnologia. Dovremo arrivare ad avere un sistema diffuso di verde urbano nel quale vanno integrate le aree edificate».

Rizzi, che ieri era a Genova per un seminario universitario dedicato alla resilienza urbana, è convinto che la bellezza e la sostenibilità richiedano di «limitare drasticamente l’uso di suolo per nuove edificazioni e di puntare sul recupero del patrimonio esistente». «Crediamo che una città bella – spiega il candidato – debba essere soprattutto una città verde nella quale gli alberi sono parte integrante dell’ambiente urbano in molte più aree, non solo nei parchi.

Uno dei primi obiettivi della prossima amministrazione sarà piantumare almeno 100 nuovi alberi nelle strade della città». E ancora: più piste ciclabili, piazza Cavalli e piazza Duomo senza auto, centro storico a misura di bambini. «Sosterremo l’economia circolare – dice Rizzi – e lo faremo realizzando un centro per il riuso e la condivisione di materiali, risorse e competenze.

Potenzieremo il sistema degli orti urbani, prezioso punto di aggregazione. Insomma, faremo di Piacenza un modello di qualità della vita e di sostenibilità per tutta l’area Padana».

Lascia un commento